Pubblicati da wp_10647795

In evidenza: 25 Febbraio 2024

Lettera dell’Arcivescovo Paolo per i tempi di Quaresima e Pasqua 2024     “Signore, insegnaci a pregare, come anche Giovanni ha insegnato ai suoi discepoli”. “Quando pregate, dite: Padre nostro…” Lc 11, 1-2 Pregare è ringraziare e lodare Stare davanti a Dio nella preghiera comporta esprimergli gratitudine per i doni ricevuti e riconoscere la sua […]

25 Febbraio 2024 – La certezza del suo amore

    Apparve loro Elia con Mosè e conversavano con Gesù (Mc.9,4)   Nel percorso che sta conducendo Gesù verso la Passione e la morte, la trasfigurazione rappresenta un momento importante di consolazione e di manifestazione. Consolazione per lui, che è sempre più solo e che nel frangente decisivo sarà abbandonato da tutti. Manifestazione per […]

In evidenza: 18 Febbraio 2024

Lettera dell’Arcivescovo Paolo per i tempi di Quaresima e Pasqua 2024     “Signore, insegnaci a pregare, come anche Giovanni ha insegnato ai suoi discepoli”. “Quando pregate, dite: Padre nostro…” Lc 11, 1-2 La preghiera dei discepoli Nella Lettera, Papa Francesco elenca alcune caratteristiche fondamentali del-la preghiera come la insegna Gesù e delinea un interessante […]

18 Febbraio 2024 – Nella tentazione

    Nel deserto rimase 40 giorni, tentato da satana (Marco 1,13)   In questa prima domenica di Quaresima siamo messi di fronte a una verità della nostra esistenza cristiana: la tentazione fa parte della nostra vita, una prova continua a cui non è sottratto neppure Gesù. La tentazione è legata alla debolezza del corpo […]

In evidenza: 11 Febbraio 2024

Lettera dell’Arcivescovo Paolo per i tempi di Quaresima e Pasqua 2024     “Signore, insegnaci a pregare, come anche Giovanni ha insegnato ai suoi discepoli”. “Quando pregate, dite: Padre nostro…” Lc 11, 1-2 Insegnaci a pregare! Pregare non è facile. I discepoli di Gesù, vedendolo trascorrere lunghe ore del giorno e della notte in colloquio […]

11 Febbraio 2024 – Lo voglio, sii purificato!

    Lo voglio, sii purificato! (Marco 1,34)   Il lebbroso del brano evangelico non era solo un malato: il morbo che l’aveva colpito lo rendeva un impuro, e quindi lo sottraeva al suo villaggio, ma anche ai suoi affetti, al suo lavoro, e lo condannava a vivere in luoghi isolati. Che cosa fa, dunque, […]