Domenica 20 Giugno 2021

Non avete ancora fede?

Rembrandt, La tempesta sedata

 

La scorsa domenica Gesù ci ha ricordato che il Regno di Dio si realizza continuamente ma nella semplicità, nel silenzio, senza tuoni e fulmini. Questa settimana ci invita ad avere fiducia in Lui, Signore della vita che con la sua Pasqua ha sconfitto la morte.

Passiamo all’altra riva: Gesù ha appena terminato il discorso sulle parabole, è stanco ma occorre andare avanti. Si addormenta a poppa su un cuscino, un quadro molto umano.

Non ti importa che moriamo? I discepoli erano pescatori esperti, se si preoccupano in questo modo vuol dire che la situazione è realmente pericolosa. Ma Gesù continua a dormire tranquillo.

Non avete ancora fede? Gesù viene svegliato non dalla tempesta ma dal grido disperato dei discepoli. Si rivolge al mare e dice: Taci, calmati!, e il mare si placa. Poi si rivolge ai discepoli e chiede: “Perché siete così impauriti? Non avete ancora fede?” Quando si è con Gesù non si corre alcun pericolo, occorre avere fiducia, come gli ebrei che attraversarono senza paura il mare nell’esodo.

Chi è quest’uomo? Anche se hanno vissuto a lungo con Gesù, i discepoli non lo conoscono realmente. È quanto accade anche a noi, che spesso non siamo capaci di superare la conoscenza “intellettuale” ed accogliere l’amore di Gesù lasciandolo trasformare la nostra vita.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.