Ogni vita è unica e irripetibile

Proponiamo questo articolo di Francesco D’Agostino, Filosofo del Diritto, Università di Roma Tor Vergata, pubblicata il 21 aprile 2022 sul quotidiano Avvenire:

Fine vita. Fareste a pezzi un dono? Confrontarsi con la deriva mondiale dell’eutanasia

Dopo un’interessante lettura del dibattito attuale sul tema dell’eutanasia, l’autore così conclude:

La verità è che non solo la vita in generale, ma la nostra stessa vita ci appare come un enigma, che nessuno sembra in grado di sciogliere e che la scelta (sia quella individuale sia quella sociale) a favore della morte ci porta con durezza di fronte alla domanda più radicale che un essere umano possa porsi: quella sulla propria identità, che, ci piaccia o no, è una identità unica e irripetibile. E poiché la nostra identità ci è data (per quanto noi si voglia, e a volte si possa, anche in qualche misura alterarla), distruggerla o comunque condurla alla fine appare tragicamente simile al comportamento di chi, avendo avuto un dono, lo fa a pezzi, anziché renderne grazie.

Per la lettura del testo completo Clicca qui

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.