Domenica 24 Ottobre 2021

La fede di Bartimeo

El Greco – Guarigione del cieco

Che cosa vuoi che io faccia per te?” (Marco 10,51)

Quella di Bartimeo, il cieco di Gerico, non è una richiesta qualsiasi: Bartimeo grida. C’è chi vorrebbe farlo tacere perché forse ritiene un po’ eccessive le sue parole: chiama Gesù “Messia” e chiede il miracolo…
Ma quest’uomo, che siede lungo strada a mendicare, non si da per vinto, anzi. Continua a gridare ancor più forte, finchè la sua voce raggiunge Gesù. Gesù gli chiede una cosa che sembra ovvia: “Che cosa vuoi che ti faccia?” E che cosa potrebbe desiderare un cieco che brancola nel buio di una notte che non finisce mai? “Che io riabbia la vista”.
E’ solo allora che Gesù fa il miracolo. L’incontro, tuttavia, non ha dato solo la vista ad un cieco, ma ha cambiato la vita ad uno che è diventato discepolo: “prese a seguirlo per la strada”. Un grido, un grido che si fa sempre più forte; un balzo verso Gesù quando lui chiama; una richiesta, un gesto d’amore che è gesto di guarigione: ecco la storia di un cieco a cui viene donata la vista, ma non solo quella degli occhi. Viene da domandarsi: cos’è che provoca quest’incontro che lascia un segno per sempre? La risposta ce la dà Gesù stesso: “La tua fede ti ha salvato”.
Oggi come 2000 anni fa, Gesù passa. Tutto può restare come prima. La folla che lo accompagna rimane la folla di sempre curiosa e chiacchierona, facile ad entusiasmarsi e a dimenticare…ma chi grida, prima o poi Gesù lo incontra. “Chi cerca trova” dice il proverbio. La vera morte della fede è la caduta dell’invocazione, della richiesta fiduciosa, è la scomparsa del desiderio di incontrare Gesù perché ci cambi la vita.

 


Leggi il

Calendario delle attività pastorali

Settembre 2021 – Luglio 2022

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.